Lo spot “Extasy”

Pubblicato: 31 marzo 2010 in Uncategorized
Tag:,

Oggi voglio proporvi uno spot particolare, che va ascoltato con molta attenzione. Si tratta della linea di abbigliamento “Extasy”. La pubblicità, condotta da Ilary Blasi, non punta su particolari effetti speciali o immagini (ad eccezione delle inquadrature delle ragazze), ma piuttosto sulle parole. Proprio per questo vi invito a sentirle con attenzione, e a considerare un altro fatto importante: il messaggio pubblicitario è passato all’interno della trasmissione “Le Iene“.. questo vi suggerisce qualcosa?

commenti
  1. Avve93 scrive:

    una chiara ma ben mascherata allusione all Ecstasy “allucinogeno”…Esagerare,Essere di tendenza,Strafare ecc…in effetti astuto,perchè fa presa sul pubblico! soprattutto in un contesto come la trasmissione “Le Iene” che è molto vicina al mondo “Underground” in quanto TV giovane e di denuncia. Comunque direi che si tratta solo di una astuta mossa pubbliucitaria…

  2. marcovag scrive:

    Molto interessante. Aggiungerei però che “Le Iene” si è spesso presentato, o per lo meno è stato indicato, come un programma di denuncia. Ricordate ad esempio lo “Sconvolt Quiz” o i servizi sulla droga?

  3. Avve93 scrive:

    Le Iene è un programma di vere Iene…è tv di denuncia quando gli fa comodo a loro,altrimenti è uno dei programmi “accessibili” dove girano più contenuti “poco raccomandabili”…è una scusa quella della denuncia. certo,è una trassmissione nata per denunciare,e meno male, però spesso tendono ad “approfittarsene”. ricordo di aver visto in 2 puntate delle Iene 2 servizi: uno sulle tecniche sadomasochistiche (che ho guardato a sprazzi perchè sinceramente avevo abbastanza ribrezzo) ed uno sul consumo di sostanze,su come farle entrare e usare nelle discoteche.
    Insomma,TV di denuncia sì,ma allo stesso tempo TV capace (malgrado?) di far conoscere a tutti lati “oscuri” del mondo che ci circonda! e uno spot di questo tipo rafforza i concetti di cui si occupa la trasmissione ma anche influenza a mio avviso molto di più i telespettatori (ed incrementa le vendite…)..

  4. marcovag scrive:

    Penso anch’io che finisca spesso per dare un “doppio messaggio”, soprattutto quando ospita al suo interno spot pubblicitari come quello che ho inserito. I programmi sono contenitori molto complessi e a volte profondamente contraddittori, il punto è che questa logica difficilmente viene compresa, almeno dalla maggior parte della gente.

    Per contro, va detto che questo spot non è certo tra i più elaborati a livello di immagini e slogan. Sa un po’ di “predica” (anche se al contrario). Purtroppo la pubblicità sa giocare sovente su registri ben più complessi e subdoli..

  5. Luca De Martino scrive:

    Una quantità di riferimenti alla droga da farci un album: pasta (spesso l’exstasy viene chiamata pasta), esagerare utilizzato molto volte… Io non ho mai visto le iene, lo trovo un programma stupido, come quasi tutti i programmi in tv…

  6. marcovag scrive:

    Sì, i riferimenti sono davvero numerosi. “Le Iene” in passato ha offerto alcuni servizi provocatori ed interessanti, benché mescolati a momenti che non si possono propriamente classificare come “tv d’inchiesta” né tantomeno come “tv alternativa”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...