Consumi in aumento anche tra gli anziani

Pubblicato: 18 aprile 2010 in Notizie su sostanze e dipendenze
Tag:, , ,

Secondo una recente indagine statistica, sarebbero almeno 2,5 milioni gli italiani over 65 che, per motivi diversi, si rifugiano nell’alcol, nei farmaci o perfino nelle droghe illegali. La crescita dei consumatori anziani sarebbe addirittura del 10% rispetto ad un anno fa. Particolarmente diffusi risultano i farmaci oppiacei, i sedativi, gli analgesici e gli antidepressivi.

Dove vanno ricercate le cause di questo “consumo della terza età”? Probabilmente nella crescente solitudine, ma anche, secondo alcuni, nella depressione conseguente alla fine dell’attività lavorativa.. Inoltre la crisi economica in atto ormai da un anno e mezzo ha inciso in modo pesante sulla vita degli anziani. Il risultato è, parallelamente all’aumento dei consumi, una percentuale sempre più alta di decessi per patologie cardiovascolari o tumori, in gran parte dovuti ad un pesante consumo di alcol o ad un abuso di farmaci.

commenti
  1. GarrONE!!! scrive:

    ..triste, molto triste! Come dicevo su facebook, per me questa è solo ed esclusivamente colpa della società moderna priva di qualsiasi valore, soprattutto quello religioso che comprende famiglia, carità, solidarietà ecc ecc.
    (Marco, non intendere per religione i preti o Papa..ma io la intendo come credere in qualcosa sopra tutti noi!)
    Ti assicuro che gli anziani che frequento io, intendendo quelli cela cammino che sto facendo, non hanno ne motivo ne voglia di “farsi”, talmente piune sono le loro vite di affetto e amore di parenti, nipoti e amici! Basterebbe poco, molto poco..

  2. marcovag scrive:

    Sì, capisco che vuoi dire.. la mancanza di un senso religioso (preferisco quest’espressione), ma ancor di più la crisi etico-valoriale sono forse gli aspetti più lampanti della nostra società. Dietro a questa sovrabbondanza di consumi di medicinali ed ancor più dietro agli abusi di alcol tra gli anziani c’è spesso una gigantesca solitudine. Ci sono, però, anche gli inviti quotidiani al consumo, nelle sempre più invasive e subdole pubblicità delle panacee di turno, dei medicinali contro il mal di testa, la stanchezza, l’ansia e via discorrendo. Per ogni male si offre la soluzione bella e pronta, l’illusione a portata di mano. Purtroppo bisogna fare i conti con tutto questo, oggi.

  3. Avve93 scrive:

    Non è poi una eresia…ci sta,anzi,che il consumo sia aumentato. La vecchiaia coincide in troppi casi con situazioni di solitudine,malinconia per i “bei tempi andati”,frustrazione,scoraggiamento e talvolta anche di abbandono. E la via più breve per scordare gli affanni della vita è quello di utilizzare psicofarmaci (droghe della mente,che causano anch’esse assuefazione) o di gettarsi nell’alcool.
    Semplicemente,cè chi si dà da fare anche in età di pensione,chi accetta la vita da vecchietto e chi scegliere di vivere a metà. Ad ogni modo penso che gli anziani meritino attenzioni e rispetto in quanto gente d’esperienza e che,bene o male, ha vissuto una vita. Penso che abbiano tutto il diritto di fare quello che vogliono del loro finale di vita e,per quanto non approvi,anche di drogarsi. Anzi,personalmente sono convinto che ad una certa età e con un certo affanno,le mentalità siano acquisite. Corsi di prevenzione non servirebbero a nulla,c è ben poco da fare

  4. marcovag scrive:

    Più che altro sono da capire le ragioni profonde, e culturali, dietro a questo fenomeno. Dispiace vedere persone sempre più irrimediabilmente sole, che a volte trovano compagnia solo in una televisione, ad esempio. C’è una bellissima canzone-monologo di Giorgio Gaber proprio su questo tema, vi consiglio di leggerla ed ascoltarla. Qui trovate il testo: http://www.giorgiogaber.org/testi/veditesto.php?codTesto=323

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...