Sostanze illegali: consumi in calo?

Pubblicato: 22 giugno 2010 in Notizie su sostanze e dipendenze
Tag:, ,

Secondo quanto si può apprendere dal sito dell’Ansa e dalla Relazione annuale al Parlamento, pare che i consumi di sostanze psicotrope illegali siano diminuiti del 25,7% nel 2009. La causa di questo netto calo, che peraltro rappresenterebbe una drastica inversione di tendenza rispetto agli ultimi anni, viene attribuita alla crisi economica. Sembrerebbe invece che molte di queste sostanze abbiano lasciato il posto all’alcol, ancora più facilmente accessibile, e soprattutto legale.

Qualche dubbio tuttavia rimane, rispetto a questi dati. Innanzitutto sarebbe interessante vedere quale tipo di sostanza risulti maggiormente in calo: l’ultimo rapporto previsionale di Prevo.Lab, più volte citato su questo blog, indicava un probabile aumento dell’eroina rispetto, ad esempio, alla cocaina, a fronte di un abbassamento dei prezzi e di diverse strategie di marketing della sostanza (in particolare, cercare clienti più “fedeli”, cioé più rapidamente dipendenti dalla droga). Non è detto, quindi, che tutte le droghe siano in calo. In secondo luogo, viene spontaneo domandarsi se nella percentuale accertata di consumatori, presumibilmente valutata secondo una serie di parametri ben precisi (accessi ai Servizi per le tossicodipendenze, numero di provvedimenti legali, eccetera), non manchi qualche utilizzatore comunque difficile da individuare. Un esempio su tutti: che dire di quelle sostanze, come l’ecstasy, che non solo risultano ardue da monitorare nelle loro “rotte commerciali” (perché prodotte in laboratori clandestini in Europa, e quindi fuori dai  percorsi tradizionali) ma vengono assunte da consumatori che non necessariamente accedono ai SERT? Si può ipotizzare un “ritorno” di questo tipo di droghe, il cui monitoraggio è per forza di cose più complesso, e quindi ipoteticamente fuori del campione considerato? Inoltre pare proprio che i ricoveri in ospedale, specie per abuso di cocaina e cannabinoidi, siano cresciuti del 4-5%. Perciò siamo davvero sicuri che la crisi abbia effettivamente condotto ad un calo dei consumi, o semplicemente si deve ammettere che è molto difficile monitorare con certezza questo trend? E, se anche ci fosse stato davvero questo calo, si dovrebbe avere sempre  un occhio vigile a quello che succede nel grande ed affollato mondo delle sostanze perfettamente legali. Un aumento smodato dell’abuso di alcol resta infatti una pessima notizia, e, stando alla Relazione annuale al Parlamento, pare che il consumo di questa sostanza sia aumentato almeno del 18%.

commenti
  1. Marco Vagnozzi scrive:

    Sul sito http://www.droga.net trovate un interessante articolo proprio su questi dati

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...