Alimentazione, un problema crescente in Italia

Pubblicato: 2 febbraio 2012 in Links utili, Notizie su sostanze e dipendenze
Tag:, , ,

Secondo una recente ricerca dell’Istituto Superiore di Sanità, brevemente riportata nei giorni scorsi dal quotidiano gratuito City, il 22,9% dei bambini italiani tra gli 8 e i 9 anni sarebbe in sovrappeso e per l’11,1% vi sarebbero problemi di vera e propria obesità.  Alla base di questi dati, indubbiamente preoccupanti, vi è secondo gli esperti una drastica riduzione dell’attività sportiva e fisica in genere, oltre ad un peggioramento significativo delle abitudini alimentari. Sempre più bambini saltano la prima colazione, considerata dai nutrizionisti come un pasto fondamentale nella giornata-tipo di una persona, moltissimi bevono quotidianamente bibite gassate e zuccherate, consumano merendine ad alto contenuto di grassi e non mangiano frutta né verdura. La percentuale di bambini con problemi alimentari di questo genere è più alta nelle regioni del Sud, mentre pare che in alcune zone come il Trentino sia decisamente più bassa.

Naturalmente le problematiche alimentari non si fermano qui, se si considerano gli adolescenti che cadono in disturbi patologici come l’anoressia e la bulimia, oppure il diffondersi del complesso e temibile fenomeno della drunkoressia, nel quale confluiscono l’abuso di alcol nel weekend e l’ossessione per la magrezza e la dieta ipocalorica tipica dei disturbi anoressici.

Alla base di questi problemi vi sono sicuramente delle difficoltà di tipo emotivo e relazionale, mentre nel caso dell’obesità molto va imputato alla vita sempre più sedentaria dei bambini e degli adolescenti, che trascorrono ancora molte ore davanti alla TV e ai videogiochi ma che soprattutto praticano sempre meno sport. A dispetto di una cultura di massa che esalta gli eroi sportivi e il culto del corpo oltre ogni misura, nel nome della performance, lo sport come hobby, anziché come prestazione legata al successo , alla fama, alla vittoria, sembra essere in forte calo. Se da un lato aumentano i giovani iscritti dai propri genitori a qualche squadra di calcio o a qualche altra attività agonistica, più per la speranza che possano divenire campioni, che per la volontà di farli socializzare coi propri pari, viceversa sembrano ormai mosche bianche i bambini e i ragazzi che praticano liberamente ed autonomamente attività fisiche nei parchi, nei giardini, negli spazi pubblici. In questi ultimi, al contrario, si moltiplicano i divieti e le restrizioni, talora in maniera davvero esagerata (basti pensare a certe multe appioppate ai ragazzini che giocano a pallone in spiaggia), ma soprattutto è sempre più rara la presenza di genitori che con pazienza, disponibilità e amore accompagnano i propri figli. Allo stesso modo, il caro vecchio amore mediterraneo per la buona cucina e le ore da dedicare ad una sana e curata alimentazione sembrano un pallido ricordo: c’è sempre meno tempo da spendere per preparare una buona cena, ed ancora meno per chiacchierare con i figli davanti ad una tazza di latte a colazione.

[fonte originale: City online http://city.corriere.it/2011/04/12/milano/documenti/italia-oltre-milione-bambini-sovrappeso-301120458884.shtml ]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...